PRESSIONE BASSA: È caratterizzata da stanchezza e sonnolenza, con pigrizia mentale. La mattina bere 1 bicchiere di acqua minerale perché aiuta ad alzare un po’ la pressione; 2 fette di pane tostato sono più digeribile ideale per una colazione; kiwi ricco di vitamina C e Sali minerali; stecca di liquirizia alza pressione e rende più carichi; la ricotta è ricca di calcio è ipocalorica e facile da digerire.

Consigli per chi soffre d’ipotensione: bere molti liquidi; fare pasti leggeri e frequenti; assumere cibi di ricchi di sodio e potassio; svolgere attività fisica.


IPERTENSIONE: Ridurre il contenuto di sale, ma ci sono alimenti che abbassano la pressione. Gli spicchi di aglio interi bevuti con acqua fanno bene con la pressione e riduce i trigliceridi e aumenta il colesterolo buono. Il riso riduce la pressione arteriosa, aiuta il sistema nervoso e fornisce energie. I brodi non vanno bene per chi soffre d’ipertensione. La banana è ricca di potassio e abbassa la pressione. Semi di zucca sono ricchi di zinco ferro e selenio, i semi di girasole sono ricchi di proteine e potassio. Le salsicce sono piene di sale e grasse. Gli spinaci crudi sono ricchi di Sali minerali, potassio ferro e calcio e sono ipocalorici, riducono i rischi di patologie cardiache ed hanno un altro valore nutritivo. Il potassio abbassa la pressione.

Consiglio per chi soffre d’ipertensione:

ALIMENTI SI: Verdura a foglia verde, germogli si soia, tofu, papaya e avocado, carciofi e ananas

ALIMENTI NO: Pesce affumicato e snack salati, vino, superalcolici, insaccati, brodi.


IPOTIROIDISMO: Quando la tiroide funziona poco tutti i processi sono rallentati e anche il metabolismo, così chi ne soffre è spesso sovrappeso, infatti ci si sente stanchi e gonfi. Ma, si può risolvere il problema con l’alimentazione. Bisogna mantenere stabili i livelli di glicemia che sono nel sangue. Le mandorle: re mineralizzanti e ricche di calcio, antisettiche, lassative ed energetiche, rinforzanti per il sistema nervoso. La pasta integrale: alto potere nutritivo, ricca di proteine, elevato contenuto di fibra grezza. Il coniglio: re mineralizzante delle ossa, previene affezioni polmonare e cardiovascolari, indicato per gastriti, cistiti e coliti.

Consiglio per metabolismo lento:

ALIMENTI SI:Verdure a foglia verde, pesce, carne, frutta, uova, caffè.

ALIMENTI NO:Cavoli e broccoli, dolci, alcool, bibite dolcificate, grassi.


GASTRITE: È spesso sintomo di ansia e nervoso.  Il the contiene i tannini che limitano l’assorbimento delle calorie a livello intestinale ed ha proprietà antiossidanti. Le gallette di riso assorbono i succhi gastrici della notte se mangiate a colazione. I cibi calorici e fritti e pieni condimento some la pizza, irritano lo stomaco, stimolano la secrezione gastrica e il reflusso. I fritti accentuano il bruciore e il reflusso. I finocchi sono diuretici, disintossicanti, stimolano la digestione e l’appetito, sono anti-infiammatori e poco calorici. Le bevande gassate vanno eliminate. Il centrifugato di carote e mele contiene betacarotene, Sali minerali e vitamine e completa un pasto saziando. Le mandorle e le noci danno energia, alleviano la tensione premestruale e sostengono il sistema immunitario. Spizzicare non va bene per la gastrite. Mai mangiare formaggi stagionati e affettati. Non va bene il pomodoro è acido.  

Consiglio per chi soffre di gastrite: magiare poco e spesso, bere lontano dai pasti, evitare bevande gassate, evitare pietanze troppo elaborate, evitare alimenti che stimolano la secrezione gastrica (caffè, pomodoro, cioccolato, gomme americane, cibi piccanti e spezie).


INSONNIA: La cioccolata soprattutto la sera provoca problemi d’insonnia. Triptofano precursore della serotonina il neurormone del benessere e buon’umore ed è contenuto nel latte, nel pane, nei datteri, nei fichi secchi ed ha poteri calmanti. La banana è ricca di potassio, zucchero, contiene poche calorie 66 per 100 gr; ricca di Sali minerali e vitamine anche la banana stimola la serotonina. Il sale non va d’accordo con l’insonnia. L’yogurt eccellente fonte di proteine nobili, ricco di calcio, ottimo disintossicante, facilmente digeribile. La neobronina che è contenuta nel cioccolato provoca insonnia; la carne la sera non va bene perché contiene la tirosina che stimola la tiroide, dunque bisogna mangiare cereali e carboidrati. La lattuga ricca di cellulosa, oligoelementi e vitamina A, poco calorica, depurativa, sedativa e rinfrescante. La sera è ottima con tisana al brodo di lattuga. I semi di girasole sono ricchi di acidi grassi polinsaturi e sono ricchi di sostanze nutrienti. 

Consiglio per chi soffre d’insonnia:

ALIMENTI SI: Salmone e sardine e latte scemato, carni magre, carboidrati e lattuga.

ALIMENTI NO: Curry, pepe e paprika, cibi ricchi di sodio e superalcolici, caffè, the e cioccolata.


CELLULITE E RITENZIONE IDRICA: Causati dalla sedentarietà e dall’alimentazione. Non bisogna eccedere nella frutta è ricca di zuccheri. Il pane è ricco di sale ridurre al minimo. Biscotti di avena: ricca di ferro, abbassa la colesterolemia, possono consumarli anche i diabetici, utile nelle diete perche soddisfa l’appetito. Il panino con il prosciutto è ricco di proteine ma troppo ricco di sale dunque è sconsigliato. I fagioli: ricchi di proteine e di vitamina A e C; contengono calcio, fosforo, ferro e potassio; un etto di fagioli secchi fornisce 24 g di proteine e solo 2,5 di grassi. I finocchi: diuretico e disintossicante; depurativo e carminativo; allevia le coliche; stimola la digestione e l’appetito; eccellente rimedio per stomaco e intestino; ottima fonte di fibre, acqua, poche calorie. Gli zuccheri per esempio che sono contenuti nella frutta se esageriamo con quest’ultima rischiamo di trasformare gli zuccheri presente in essa in grassi. I mirtilli hanno delle sostanze che sono capillaroprotettive. Avocado: ricco di vitamine E e B; contiene 14 minerali che regolano le funzioni del corpo e stimolano la crescita; ricco di potassio, oli, ferro e rame. La frutta dopo cena non va bene alza la glicemia. La tisana di ribes la sera fa bene alla circolazione.

Consiglio per chi ha problemi di cellulite: assumere cibi ricchi di potassio (cetrioli, anguria, banane, avocado, pomodori, spinaci, carciofi, patate), bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno, ridurre il sale e preferire quello integrale, preferire frutta e verdura cruda o cotta al vapore.


FAME NERVOSA EMOTIONAL ITI: Spesso c’è la fame nervosa per lo stress. 4/5 biscotti sono sufficienti la mattina per la colazione perché sono molto ricchi di zuccheri. Il melone è ricco di zuccheri, Sali minerali, vitamina A e C; rinfrescante e poco calorico ed è ricco di acqua si può mangiare anche metà. Per saziarsi quando si è affamati iniziare assumendo le fibre come l’insalata prima del pasto e poi berci su tanta acqua. I semi di sesamo sono ricchi di acidi grassi buoni e hanno potere calmante. Le mele cotte con cannella e miele. Le mele: prevengono le malattie cardiache e riducono il colesterolo. La cannella: stimola la digestione, ha proprietà antibatteriche, antifungine e antipiretiche. La frutta fresca: è poco calorica; ricca di vitamine e Sali minerali e fibre; ricca di acqua. La rucola: digestiva e diuretica; ricca di vitamina C; ottimo rimedio per bronchite, raucedine, sinusite e laringite.

Consiglio per chi soffre di fame nervosa: lavarsi i denti frequentemente; masticare lentamente; bere molta acqua; mangiare stuzzichini poco calorici; dall’impulso della fame attendere 20’prima di mangiare.


ALIMENTAZIONE NON REGOLARE: Questo tipo di alimentazione provoca la fiatosi epatica (affaticamento del fegato) i suoi sintomi sono: mal di testa, dolore al fianco destro, sonnolenza, difficoltà digestive, malessere generale. Tè verde un ottimo depurante è ricco di vitamine B e C; proteine, elementi minerali e antiossidanti. Il salmone: molto nutriente e proteico; contiene grassi buoni e Omega 3; abbassa il livello del colesterolo; indicato per le malattie cardiovascolari. Yogurt magro: equilibra l’ecosistema intestinale; stimola il sistema immunitario; altamente digeribile; importante fonte di calcio. I carciofi: hanno proprietà diuretiche; poco calorici; ottimi contro il colesterolo alto, diabete, ipertensione, sovrappeso e cellulite; disinfettanti per l’intestino. I gamberoni sono ricchi di colesterolo. Il tacchino: poco calorico; altamente digeribile; ricco di ferro. Ottimi i dolci senza burro e tuorlo ottime le meringhe.

Consiglio per chi soffre di affaticamento epatico:

ALIMENTI SI: Pane, pasta e riso; cracker; fette biscottate; uovo (solo albume); verdure a foglia verde; pesce; carciofi e carne bianca.

ALIMENTI NO: Latte e yogurt intero; panna e burro; formaggi grassi; uova di pesce; gamberi e calamari; carne di maiale; anatra e oca; grassi idrogenati


LA SUDORAZIONE ECCESSIVA (IBERIDROSI): Evitare la mattina appena alzati di bere l’acqua fredda perché accentua la sudorazione. L’arancia: ricca di vitamina C; rafforza i capillari venosi; contiene la pectina che riduce il colesterolo. Il caffè è una sostanza nervina, stimolante e non va bene per la sudorazione. La mozzarella non è vero che è un formaggio magro, ma molto grasso. Lo zenzero: è un efficace ricostituente; stimola la circolazione; favorisce la digestione. La banana: ricca di potassio e Sali minerali; ricca di vitamine A, B1, B2, B6, C; molto nutrente. Il cioccolato produce calore dunque bisogna evitarlo per non avere una sudorazione. Le spezie, il pepe, il peperoncino e il sale accentuano questo disturbo. Il vitello: ricca di acqua e poco calorica; contiene la vitamina B12; ha un basso contenuto di grassi.

Consiglio per chi soffre di sudorazione eccessiva: evitare i cibi che producono calore come carni rosse, formaggi grassi, prosciutto e acciughe; bere a temperatura ambiente; evitare l’aria condizionata; non indossare abiti sintetici; non usare detergenti troppo aggressivi; scegliere alimenti ricchi di potassio; lavarsi con acqua tiepida o calda.


AUMENTO DI PESO NELLO SMETTERE DI FUMARE: Di solito quando si smette di fumare si tende a ingrassare perché il metabolismo rallenta, dunque un’alimentazione corretta aiuta ad attivare il metabolismo. Il pomodoro: ricco di vitamina C; fornisce fibre e potassio; contiene un importante antiossidante il licopene; il pomodoro ottimo se accompagnato da proteine come un branzino al cartoccio o carne alla griglia o un formaggio magro. Il pane integrale e meglio perché contiene fibre. Centrifugato di carote e limone: la carota è ricca di beta carotene (vitamina A); favorisce l’assorbimento del ferro; contiene vitamina del gruppo B e D e E. La tisana di arancia amara e calmante, rasserenante, ma da anche energia. Le verdure: ricche di vitamine e fibre; povere di grassi; alto contenuto di acqua.

Consiglio per chi vuole smettere di fumare: mangiare frutta e verdura e ricca di antiossidanti; consumare vitamina C; fare attività fisica; lavarsi i denti quando arriva l’impulso di fumare una sigaretta.


AUMENTO DI PESO POST PARTO: Dopo una gravidanza si ha bisogno di ritrovare la propria forma fisica. La rucola: proprietà aperitive e diuretiche; stimola la ripresa dell’organismo; altamente digeribile; emolliente. Quando si assumono fibre bisogna bere anche molto per far sì che queste agiscono. Yogurt: stimola il sistema immunitario; equilibra l’ecosistema intestinale; ricco di calcio.

Consiglio per una dieta post - partumosservare una dieta bilanciata; bere almeno 2 litri di acqua al giorno; non saltare i pasti; evitare grassi e zuccheri in eccesso; mangiare frutta e verdura di stagione; fare attività fisica costante.


ANEMIA: L’anemia non è necessariamente una patologia, spesso è un sintomo generale di disagio dell’organismo; disagio che si manifesta con astemia, difficoltà di concentrazione, cefalea, perdita dell’appetito. La causa più frequente dell’anemia è la carenza di ferro; una corretta alimentazione può aiutare a sconfiggerla. Anemia sideropenia mancanza di ferro. Il latte riduce l’assorbimento del ferro come anche il caffè; questi vanno bevuti a distanza da alimenti ricchi di ferro. La mattina iniziare la giornata con una ciotola di pinoli questi sono: ricchi di proteine, sono una sorgente di fibra alimentare, molto nutrienti, ottima fonte di ferro. Lenticchie ricche di ferro. I piselli: ricchi di vitamina C, ferro, calcio e fosforo; più digeribili dei fagioli; prevengono le infezioni dell’intestino. Ottimo un piatto di tagliolini, pezzi di salmone, piselli e prezzemolo fresco che è ricco di vitamina C. lo sgombro, le acciughe, il salmone favoriscono l’assorbimento del ferro. Il prosciutto crudo ottima fonte di ferro; la spremuta d’arancia aiuta a fissare il ferro. Il the ha i tannini che riducono l’assorbimento del ferro. Frutta secca: contiene proteine, Sali minerali e fibre; il processo di essiccazione determina la concentrazione di tutti gli elementi nutritivi; ottima per i bambini e gli anziani. Bere molta acqua. Filetto di manzo al sangue ottimo. Peperoni arrosto ricchi di vitamina C anche le patate. Pane ai cereali arricchiti: contengono calcio folico, utili contro raffreddore e influenza, ricchi di vitamina B6 e proteine. Il cioccolato ha un’ottima fonte di ferro, però ha delle sostanze che non lo fanno assorbire bene.

Consiglio per chi soffre di anemia: aumentare il consumo di carne; mangiare pinoli, mandorle e semi ricchi in ferro; ridurre the e caffè


FAME NERVOSA E COLITE INTESTINALE: Impossibile controllare il proprio regime dietetico sia per quanto riguarda le quantità che la qualità dei cibi. Latte hd (alta digeribilità): utile per chi non riesce a digerire il latte a causa del lattosio che sarebbe lo zucchero tipico del latte, in genere e scremato e a lunga conservazione. La pasta: ottima fonte di carboidrati, ricca di vitamine del gruppo B, integrale contiene fibre insolubili. Le fragole: aumentano la riserva alcalina, rinfrescanti, diuretiche e depurative, ottime contro reumatismi e ipertensione. Il branzino: ha un gusto delicato, tipico del Mediterraneo e dell’Atlantico, allevato ha un contenuto in proteine e grassi più elevato. 

Consiglio per chi soffre di colite intestinale: identificare il cibo a cui si è intolleranti; ridurre il latte, latticini, bevande gassate; scegliere cibi poveri di grassi; incoraggiare il consumo di pasti piccoli e frequenti; limitare caffeina e alcool; aumentare gradualmente il consumo di fibre fino a 20 gr al giorno.


L’ULCERA GASTRICA: Le principali conseguenze dell’ulcera erano: lo stress, la cattiva alimentazione, l’alcool, la caffeina e il fumo. Oggi questi fattori aggravano la sintomatologia dell’ulcera, che si sviluppa in seguito all’infezione della mucosa gastrica a causa di un batterio chiamato helicobacter pilory. Non mangiare zuccheri la mattina perché stimolano i succhi gastrici, meglio del pane integrale con marmellata. No spremuta di arancia perché è acida. La banana: contiene ferro, magnesio e fosforo; ricca di vitamina A, B e C; fonte di potassio indispensabile per il funzionamento del sistema cardiovascolare, quest’ultima riduce l’acidità. Per chi soffre di ulcera niente caffè è veleno, meglio il caffè d’orzo. Il latte dopo 2-3 ore aumenta la secrezione gastrica, meglio formaggi magri ma non mozzarella. Evitare spezie come il pepe e la paprika. La trota: magra e ricca di fosforo e Sali minerali; contiene grassi essenziali Omega 3; altamente digeribile. Le fragole non vanno bene meglio l’ananas. Carote: ricca di fibre, vitamine e Sali minerali; diuretica, depurativa, antiossidante. Finocchio: favorisce la digestione; eccellente rimedio per stomaco e intestino. Il kiwi non va bene come le fragole. Tutto ciò che fritto e grasso va bandito. Le uova fritte no, ma cotte. Cavolo: va bene per chi ha l’ulcera perché: depura l’organismo; proprietà antianemiche; utile contro dolori gastrici e intestinali.

Consiglio per chi soffre di ulcera gastrica: ridurre il latte e i latticini; aumentare il consumo di prodotti integrali; eliminare completamente l’alcool; ridurre the, caffè, cioccolato, brodi di carne; ridurre le spezie come paprika e pepe.


DISTURBI LEGATI ALL’ALIMENTAZIONE TIPO COLITE: Le uova mangiate a colazione sono ottime per chi sta fuori tutto il giorno, infatti sono: poco caloriche e molto proteiche; ricche di vitamine e Sali minerali; contengono una giusta quantità di grassi. Il parmigiano: alto valore nutrizionale; facilmente digeribile; ha un elevato apporto proteico. La mela: contiene acqua, proteine, grassi e zuccheri; ricca di vitamine e Sali minerali; mantiene basso il colesterolo cattivo. Il curry: stimola la digestione; disinfetta l’intestino; esalta il gusto dei cibi.

Consiglio per il jet lag (sbalzi di orari): non saltare mai i pasti e gli spuntini; evitare gli alcolici; bere molta acqua e succhi di frutta; ogni pasto deve contenere: grassi, proteine, fibre, vitamine e carboidrati; scegliere cibi semplici da portare con se come frutta e cruditè.


CAMBIO DI STAGIONE: Sonno dopo essersi appena alzati, spossatezza, digestione lenta, gonfiore alle gambe, formicolii, nervosismo non è altro che il sintomo del cambio di stagione. Ottimo depurante è un decotto di sedano dove vengono bollite le sue foglie, esso ricco di vitamina A, B e C; contiene Sali minerali (fosforo, potassio, cloro e sodio). The alla menta ottimo sostituto del caffè ha meno caffeina. La papaya poche calorie, frutto dissetante, contiene la papaina sostanza che aiuta la digestione, combatte stitichezza, gastrite e ipertensione. La rucola: depurante e diuretica, stimola la ripresa dell’organismo, ha proprietà antiscorbutiche e emollienti. Lenticchie ricche di ferro e di proteine vegetali. Melone pochissime calorie, tanto zucchero e tanto potassio. La zucca ricca di vitamina C. cavolini di Bruxelles: contengono Sali minerali (fosforo e ferro) carboidrati e proteine, poco calorici, ricchi di vitamina B, C ed E.

Consiglio per chi soffre di malessere stagionale: rispettare orari di lavoro ragionevoli e concedersi più volte nell’arco della giornata brevi pause. Praticare molto sport. Coricarsi e svegliarsi sempre alla stessa ora.  Il pasto serale deve essere leggero per consentire un buon riposo. Aumentare il consumo di cereali integrali, vegetali a foglia verde, limoni, noci e miele.


COLON IRRITABILE – COLITE NERVOSA: Crampi, gonfiore, sensazione di non digerire bene spesso questi disturbi sono legati al colon irritabile. Il cioccolato la mattina produce nervosismo. Infuso di mirtillo: disinfetta l’intestino, combatte le infezioni urinarie, aiuta a prevenire le vene varicose, povero di calorie. Fagiolini: ricchi di Sali minerali, rinfrescano e nutrono l’apparato digerente, azione diuretica, buon contenuto di vitamina A, proteine e potassio, basso potere calorico. Menta: ha proprietà antispastiche, analgesiche, epatiche, antisettiche, e digestive. Ottima per combattere le fermentazioni intestinali. Le zuppe di legumi sono ottime, ma vanno passate perché viene eliminata la cuticola esterna che è piena di batteri che provocano problemi al colon. Cavolfiore: ha proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti e depurative, poco calorico, fornisce ferro, carotene, vitamina B, C ed E, ricco di Sali minerali. Miele pieno di Sali minerali.

Consiglio per chi soffre di colite nervosa: mangiare ad orari regolari, masticare lentamente, bere acqua a temperatura ambiente, limitare il consumo di caffè e cioccolata, alzarsi da tavola non completamente sazi, non bere bevande gassate.


MANTENERE IL PESO FORMA “OBESITA’”: Ok a cappuccino con latte parzialmente scremato e 2 fette di pane tostato con marmellata senza zucchero. La frutta fresca: poco calorica, ricca di vitamine, Sali minerali e fibre, ricca di acqua e idrata l’organismo. A pranzo iniziare sempre con un insalata con mais, pomodori e tonno sgocciolato: fonte proteica, nutriente, ricco di fosforo, potassio e sodio e poco calorico. Pompelmo: brucia i grassi, poche calorie, rafforza lo stomaco e polmoni, ricco di fibre, flavonoidi e vitamine A, B e C, depura il sangue e diuretico. Ottimo centrifugato di carote e mele, sano e sazia. Il basilico nell’insalata: calma i disturbi della digestione, tonifica il sistema nervoso e cardiovascolare, depura il sangue, antispasmodico.

Consiglio per chi soffre di sovrappeso: consumare molta frutta e verdura, ridurre l’introito calorico e alcool, limitare gli zuccheri semplici, fare 5 pasti al giorno, fare attività fisica costante.


ALIMENTAZIONI PER I GIORNI NO!: Iniziare la colazione con un bel bicchiere di acqua. Latte di soia: ricco di proteine, utile per chi è intollerante al lattosio, previene l’osteoporosi. Semi di zucca o semi di sesamo o girasole mangiati durante la giornata ottima fonte di acidi grassi buoni, fluidificano il sangue, riducono la tensione, migliorano la circolazione. Ottimo il riso integrale, insieme ai cereali poi mangiare sempre le proteine come il pollo: basso contenuto di grassi, buon apporto di ferro, indicato per i bambini, anziani e atleti. Ottime le mandorle mangiarle prima del ciclo perché hanno magnesio che tranquillizzano. La pappa reale: regolarizza l’appetito e l’umore, antibatterica e antiinfiammatoria, ricca di proteine ad alto valore biologico. La sera non mangiare carne rossa aumenta la dopamina e adrenalina nel sistema nervoso e dunque sostituire magari con del polpo e orzo perlato che è un cereale che stabilizza la glicemia e indicato per gastriti, coliti e cistiti, ri-mineralizzante delle ossa, previene le affezioni polmonari e cardiovascolari. Le bevande calde bevute nel periodo del mese aiutano e danno un senso di protezione e calmano soprattutto quelle di passiflora e biancospino.

Consiglio per chi soffre di disturbi ormonali: limitare il consumo di sale, bere 2 -3 volte al giorno una tisana a base di erbe, evitare la caffeina che fornisce sbalzi di umore, mangiare molta frutta, consumare preferibilmente pesce fresco,  scegliere carboidrati integrali.


LA CANDIDOSI: E’ caratterizzata da un fungo che colpisce l’apparato femminile. Lo zucchero per chi soffre di candida bisogna eliminarlo perché esso si nutre di zucchero. La mattina prendere 2 spicchi di aglio (antibatterico, antimicotico e antivirale, contrasta le cardiopatie, contiene vitamine C, B1 e B2, combatte i dolori reumatici e i catarri bronchiali. Peperoni arrosto e spellati: ricchi di vitamina C, hanno proprietà disinfettanti, ricchi di vitamine e Sali minerali, antidolorifico naturale, combatte il raffreddore. Ottima la macedonia ai frutti di bosco aiuta a rinforzare. Il cocco: ricco di potassio, molto nutriente, rinfrescante, dissetante e leggermente lassativo e antimicotico. Tonno fresco: ricco di fosforo, potassio e sodio, ricco di vitamine, contiene omega3, molto nutriente. No il fritto! Per la candida formaggi e zuccheri, i lieviti non vanno bene idem il vino rosso perché è una bevanda fermentata.

Consiglio per chi soffre di candidosi:

ALIMENTI SI: Agrumi e frutti di bosco, ortaggi a foglia verde, carni rosse e uova, frutta secca e semi, peperoni e pesce.

ALIMENTI NO: Zuccheri e lieviti, funghi e tartufi, latticini, cereali raffinati, cibi affumicati, spezie piccanti.


SINDROME PREMESTRUALE: Senso d’insicurezza, nervosismo, malessere, tensione al seno, gonfiore, emicrania etc. sono i sintomi della sindrome premestruale. I fitoestrogeni contenuti nella soia aiutano a regolare il ciclo; dunque è meglio sostituire il latte con il latte di soia. Il farro: antiossidante, ricostituente e antianemico, rinfrescate ed emolliente. I pistacchi: alto valore nutritivo, concentrato di energia, ricco di calcio, ferro, magnesio e fosforo. Il prosciutto crudo è ricco di ferro e la carne rossa specialmente la sera è stimolante, eccitante e può avere ripercussioni sul sonno. La bieta: ricca di acqua e povera di zuccheri, re mineralizzante, contiene vitamina A e C, ferro potassio e calcio.

Consiglio per chi soffre di sindrome premestruale: fare pasti regolari, aumentare il consumo di soia e legumi, preferire il vino rosso al bianco, scegliere carni bianche alle rosse, evitare bruschi dimagrimenti.


MAL DI TESTA: Meglio latte di soia, i biscotti confezionati non vanno bene meglio quelli fatti in casa, meglio pane fresco con marmellata biologica perché quelle industriali contengono un colorante che possono dare fastidio. Assumere acqua più ricca di calcio. I latticini e tutto cioè che è fonte di lattosio non va bene. Meglio cereali e legumi ricchi di triptofano che aiuta l’umore. Sconsigliata la banana perché è ricca di tiramina che può dare fastidio. Ottima la torta di mele ma senza latte, burro e panna. Spremuta di arancia con sale e un cucchiaino di zucchero è un integratore naturale. Il vino e i formaggi stagionati e fermentati non vanno bene perché contengono la tiramina che contribuiscono al mal di testa. Al posto dei grissini meglio un panino.

Consiglio per chi soffre di mal di testa:

ALIMENTI SI: Verdura a foglia verde, pesce bianco, carne, pasta, pane, frutta.

ALIMENTI NO: Tonno sott’olio, formaggi stagionati, olio di semi, cioccolata, birra e vino


 
 
  Site Map